“Rafael Alberti, ritratto del poeta”, il film di Fernando Birri

Un’occasione speciale ed unica mercoledì 18 novembre prossimo all’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico. Sarà possibile conoscere e quasi toccare la figura del poeta e pittore Rafael Alberti (qui il link alla sua biografia su Wikipedia inglese) nelle immagini del documentario del padre del cinema latino-americano, Fernando Birri, anch’egli poeta e pittore oltre che cineasta, che sarà presente all’iniziativa, con i suoi meravigliosi novanta anni (qui il link alla sua testimonianza in occasione dei festeggiamenti, a Roma nel marzo 2015).

Due grandi della poesia e della bellezza del Novecento, e non solo… due giganti le cui vite hanno agito sulla storia del secolo “breve”, con la passione degli esuli.

Entrambi amici dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico.

Una lezione da non perdere soprattutto per insegnanti e studenti.

Il film verrà proiettato per la prima volta in Italia, dopo la prima presentazione a Venezia nel 1984. Due ore di immersione totale nella poesia e nella storia del Novecento attraverso lo sguardo di due artisti.

RafaelAlberti

Qui il link all’articolo di Alberto Farassino, su La Repubblica del 1984, tratto dall’archivio storico del quotidiano. Riportiamo un brano:

“Fernando Birri, irregolare e vulcanico cineasta argentino da tempo trasferitosi a Roma dove ha fondato un Laboratorio de Poeticas Cinematograficas, lascia che Alberti si racconti a ruota libera, su una terrazza romana e dentro una grande poltrona di vimini. Ricordi e testimonianze in una cronologia sciolta e sostanzialmente rovesciata: le immagini del poeta da piccolo, dei fratelli e della mamma che gli insegnava i nomi di tutti i fiori, arriveranno solo alla fine. Si comincia invece da oggi, dai suoi ottant’ anni, dai suoi lunghi capelli bianchi […]. Birri cerca di evitare il ritratto agiografico[…]. Inserisce, con agilità da cineasta underground, sequenze di cinegiornali spagnoli, un vecchio film su Don Chisciotte, immagini del classico “Terra di Spagna” di Ivens e Hemingway o di un filmetto surrealista realizzato al cineclub di Barcellona nel 1927 dove Alberti faceva l’angelo, vestito di nero e a testa in giù. Naturalmente anche molta Storia e molti commenti su personaggi celebri, da parte di uno che li ha conosciuti tutti: Picasso e Neruda, Lorca e la Pasionaria. Foto che lo ritraggono con Fellini, Aragon, Siqueiros, Quasimodo, Le Roy Jones, Mir, De Falla. Ricordi di gioventù…”.

Qui il link al sito della Fondazione Rafael Alberti su cui trovare, leggere, ascoltare, vedere video, fotografie, carte, testimonianze sonore del poeta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...